Notizie sulla cura dentale
Impianti All On Four

Promozione ponti
fissi in giornata

Leggi i dettagli
Dentista a Borgaro Torinese

Ora siamo anche ad ASTI!

Pronto Soccorso Dentisitico di Asti

Il Pronto Soccorso Dentistico è operativo anche nella nuova sede di Asti in Corso Alfieri 130, nel centro città a pochi passi da dove si corre il Palio nella storica piazza.

-> VAI ALLA PAGINA

Conosci lo scovolino?

Siamo tutti abituati a lavarci i denti con lo spazzolino. Qualcuno usa anche dei colluttori per ottimizzare l'igiene orale. C'è poi chi usa il filo interdentale per eliminare i residui di cibo negli spazi più stretti. Ma pochi conoscono lo scovolino. Questo strumento non è nient'altro che un particolare spazzolino interdentale con un filo metallico ricoperto in plastica, costruito apposta per la rimozione della placca batterica dagli spazi più grossi rispetto al filo interdentale stesso. Lo scovolino garantisce una capacità di pulizia efficace ed è molto comodo da utilizzare.

Deve avere un diametro adeguato allo spazio, non troppo piccolo, e va utilizzato orizzontalmente negli spazi tra un dente e l'altro, compiendo movimenti dentro/fuori nella zona interessata esercitando una certa pressione lavando i lati esterni dei denti. E' adatto soprattutto alle persone affette da parodontite che hanno avuto un "allungamento" dei denti. La placca batterica in queste zone è impossibile da raggiungere con uno spazzolino e deve essere rimossa costantemente per non subire gengiviti, carie e alito cattivo.

Conservare i denti da latte?

Ricordate quando da bambini si perdevano i dentini e li si metteva sotto il cuscino perché mentre dormivamo il topolino o la fata dentina li avrebbero scambiati con un soldino? In giro sui social si trovano post di persone che dicono di conservarli perché la polpa dei denti da latte conterrebbe una elevata concentrazione di cellule staminali, che sarebbero in grado di rigenerare i tessuti. In diverse parti del nostro corpo sono presenti queste cellule, ed è per questo che la nostra pelle, ad esempio, si rigenera quando subisce uan ferita.

Da quando sono state scoperte le proprietà delle cellule staminali, poco meno di 15 anni fa, sono nate delle banche che hanno iniziato a conservare anche i denti da latte allo scopo di tenere da parte delle riserve staminali per possibili usi futuri in merito a trapianti e ricostruzioni. Naturalmente sono anni che si sta compiendo una ricerca, ma allo stato attuale sembra non sia in atto alcuna terapia che utilizzi cellule staminali mesenchimali (ovvero quelle adulte, non embrionali).

Chiaramente non è per nulla utile conservare i dentini dentro una scatoletta e custodirli in fondo a un cassetto, perché le cellule in questo modo deperiscono. Per questo motivo sono nate della banche attrezzate che possono provvedere a conservare i dentini in contenitori adatti immergendoli nell'azoto liquido, ed è un servizio a pagamento. I costi? All'incirica 2000 euro per una conservazione di circa 20-25 anni, senza contare che ci sono canoni annuali per il mantenimento del servizio. Ma attenzione, le banche che conservavano cellule staminali ricavate dall'embrione sono fallite, non è mai stato autorizzato l'uso delle staminali in alcun intervento clinico, e tutto è ancora avvolto nelle ipotesi scientifiche.

I Calciatori sorridono male

Ronaldinho, Franck Ribery, Charlie Adam, Carlito Tevez, Craig Burley, Joe Jordan... alcuni sono fuoriclasse e altri meno, eppure tutti hanno solcato i campi da calcio più famosi del mondo. Ma cosa hanno in comune? L'International Centre for Evidence-Based Oral Health di Londra ha condotto uno studio sull'igiene orale dei calciatori di Mancheter United, Hull City, Southampton, Swansea, West Ham, Brighton, Cardiff e Sheffield United, esaminando la bocca dei calciatori della Premiership, scoprendo che 4 giocatori su 10 hanno problemi di carie non adeguatamente curata.

Su 187 atleti esaminati, che di certo non vivono solo di bevande alcooliche e di barrette di cioccolato, il 40% è affetto da problemi dentali, un dato preoccupante rapportato al 30% dei loro coetanei di età media di 24 anni che soffrono le stesse patologie. Secondo questa ricerca, il 37% dei calciatori aveva almeno una carie attiva, il 53% un'erosione dello smalto e il 5% una parodontite di livello moderato o grave. Il 7% di questi giocatori ammette di risentire di questi problemi sulle prestazioni in campo. Sebbene siano sottoposti almeno una volta all'anno ad un controllo sulla propria salute, questi calciatori strapagati rischiano di ricorrere alle cure mediche più della gente comune.

Una delle cause è senza dubbio l'ingestione di alimenti che contengono acidi e zuccheri, soprattutto le bibite energetiche. Il 67% degli atleti ha ammesso di consumarne in media tre volte alla settimana, ingerendo un consumo eccessivo di zuccheri. I calciatori consumano grosse quantità di bevande energetiche ogni giorno e durante i loro intensi esercizi immettino una grande quantità di aria che asciuga la bocca lasciandola meno protetta dalla salivazione. Il Professsor Ian Needleman ha detto alla BBC: "Ci sono due tipi di atleti, quelli che subiscono un effetto collaterale perché il dolore influisce sulla loro prestazione, mentre altri non riescono a riposare bene o avvertono sensibilità ogni volta che bevono. A questo livello sportivo anche il più piccolo fastidio fa la differenza in campo.

Hai freddo ai denti?

I giorni della merla arrivano a cavallo tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio e stanno ad indicare un periodo climatico particolare dove le giornate sono molto fredde tanto da far battere i denti, soprattutto quelli più sensibili. L'ipersensibilitÓ al freddo e al caldo Ŕ causato dall'esposizione della dentina. Questa parte del dente è una sostanza protetta dallo smalto esterno e dalla gengiva, mentre ricopre la radice e la polpa del dente. Quando è esposta all'ambiente a causa di dentifrici abrasivi, spazzolini non coretti, alimenti acidi o per una paradontite, la dentina si trova solleticata da sostanze e da sbalzi termici caldo/freddo che causano quella sensazione di dolore. Talvolta persino respirare aria dalla bocca può causare una certa insofferenza.

Se non è sufficiente avere cura della propria bocca attraverso una corretta igiene orale, usando il filo interdentale, evitando alimenti che possono peggiorare la situazione, è consigliabile una visita dal proprio dentista per individuare la causa di questo fastidio e arginare i danni attraverso una terapia più adatta a risolvere il problema... "alla radice".


Lo smog fa male ai denti

In questi giorni in cui a Torino si parla di nuovo di allarme smog scopriamo che l'inquinamento dell'aria nuoce non poco alla salute dei nostri denti. Non solo bevande, fumo e dolci sono i nemici numeri uno per denti e gengive: eravamo già consapevoli di quanto le polvere sottili PM10 fossero una minaccia per i nostri polmoni, ma ora secondo una ricerca dell'Institute of Science Education and Research di Calcutta arriva la conferma che anche i denti sarebbero messi a rischio a causa dell'inquinamento.

I ricercatori indiani hanno analizzato la qualità dell'aria di Bombay, notoriamente uno dei centri urbani più popolati del pianeta con la più alta concentrazione di polveri sottili, e avrebbero scoperto che le sostanze inquinanti si mescolerebbero alla saliva rendendola ancora più acida. Nelle grandi città come Torino, Milano e Roma la nostra bocca sarebbe maggiormente esposta tutti i giorni agli agenti inquinanti provenienti dagli scarichi delle nostre auto e dalle fabbriche. Questo causerebbe un rischio elevato per lo sviluppo di carie e altre patologie del cavo orale.

L'aria che respiriamo fa sempre più fatica ad essere filtrata dal nostro naso e lo smalto dei denti viene intaccato dalle polvere sottili. I denti più a rischio? Molari e incisivi, per non parlare delle gengive che possono subire degli arrossamenti e gonfiarsi. Da non sottovalutare anche il rischio causato dai metalli pesanti come il piombo presenti nell'acqua che favorirebbero l'usura delle arcate dentali.

Sprechi molto dentifricio?

Quasi tutti sanno che i tubetti vanno premuti dal fondo, ma per evitare che si srotoli è molto efficace utilizzare una pinzetta per tenere in ordine il dentifricio senza sprecarlo.

Promozioni All in Four

Ricordiamo che il Pronto Soccorso Dentistico di Borgaro Torinese e di Alpignano offre a prezzi competitivi impianti dentali in titanio All On Four a soli 3500 euro per ogni arcata:
12 denti fissi da avere SUBITO in giornata.

Vuoi saperne di più?

Leggi i dettagli nella sezione dedicata agli impianti dentali.

Nuova Pagina Facebook

Abbiamo aperto una nuova pagina Facebook dello studio dentistico del Dottor Morra, dove vi terremo aggiornati sulle promozioni del Pronto Soccorso Dentistico di Borgaro Torinese. Naturalmente continuerete a trovare le news anche su questo sito, noi raddoppiamo volentieri gli sforzi per fare prevenzione ed ad offrire i nostri consigli per la vostra salute orale. Potete chiederci l'amicizia a questo link, mentre la nostra pagina si trova su:

www.facebook.com/prontosoccorsodenti